Che

"Che" è uno dei termini italiani più comuni e più diffusi, dato che svolge diverse funzioni all'interno di una frase. Ne diamo un elenco qui di seguito:

1. Pronome relativo
2. Aggettivo e pronome interrogativo
3. Aggettivo e pronome indefinito
4. Congiunzione
5. Congiunzione di causa
6. Avverbio

Pronome relativo

Consideriamo le frasi seguenti:

1. I do what I want. Faccio quello che voglio
2. I saw him running down the street. L'ho visto che correva per la strada
3. This is the book I bought yesterday. Questo è il libro che ho comprato ieri
4. I want the bookabout Michelangelo. Voglio il libro che parla di Michelangelo
5. I want a bookabout Michelangelo. Voglio un libro che parli di Michelangelo
6. He doesn't study, which is a pity. Non studia, il che è un peccato!
7. He had the same problem as you had Ha avuto gli stessi problemi che hai avuto tu.
  1. Nella prima frase  equivale a "the things that" e in italiano deve essere tradotto con un pronome relativo: "quello che" and not "che cosa".

  2. Nella seconda frase "running" è un aggettivo che modifica "him" e in italiano non deve essere tradotto con un gerundio, ma deve essere tradotto con una frase relativa "che correva". Se lo traducessimo con il gerundio la frase sarebbe ambigua, perché non capiremmo chi stava correndo e chi vedendo. La frase L'ho visto correndo per la strada in italiano vuol dire "I saw him while I was running in the street".

  3. Nella terza frase "the book I bought" non ha un pronome in inglese, ma è necessario inserirne uno in italiano: il libro che ho comprato. "I bought" specifica il libro che voglio, non un libro qualsiasi, ma una informazione relativa al fatto che io ho comprato il libro.

  4. La quarta frase in italiano richiede l'indicativo: Voglio il libro che parla di Michelangelo

  5. La quinta frase in italiano richiede il congiuntivo. Voglio un libro che parli di Michelangelo.

  6. Nella sesta frase which si riferisce all'intera frase precedente e in italiano richiede il "che" preceduto dall'articolo determinativo "il". Possiamo anche dire "la qual cosa".

  7. Nella settima frase il che è correlato a stesso e medesimo.


Aggettivi e pronomi interrogativi

1. What? Che?
2. What does he want? Che vuole?
3. Which book does he want? Che libro vuole?
4. I don't know what he wants

a) non so che vuole

b) or quello che vuole

c) or che voglia

d) or quello che voglia

5. I don't know which book he wants

a) non so che libro vuole

b) or non so che libro voglia

  1. Nella prima frase what è un pronome interrogativo diretto. Questa espressione può essere usata quando qualcuno ci parla e non abbiamo capito cosa ci ha detto. L'uso è informale. Se non si capisce una persona che non si conosce è più appropriato dire: "Scusi non ho capito. Può ripetere per favore?". Cambiando l'intonazione  "Che?" può assumere una connotazione negativa: "Che dici?" "What are you saying? "Di che parli?" What are you talking about? Are you listening to yourself?" ecc.

  2. Nella seconda frase what è un pronome interrogativo diretto e l'intera frase è una interrogativa.

  3. Nella terza frase which è un aggettivo interrogativo indiretto.

  4. La quarta frase è una interrogativa indiretta e la possiamo tradurre in italiano usando l'indicativo o il congiuntivo.

  5. Anche nella quinta frase, anche essa una interrogativa indiretta, possiamo usare l'indicativo o il congiuntivo.


Aggettivo e pronome indefinito

There is something strange about him. C'è un che di strano in lui.
I didn't think much of that apartment. Quell'appartamento non mi sembra un gran che.
Today there is something in the air. C'è un certo non so che nell'aria oggi.

In tutte queste espressioni che ha una connotazione di qualità o quantità indefinita. Possiamo anche dire "un qualche cosa di strano" o "qualcosa di strano". E' idiomatico.


Congiunzione

1. He told me that he is american. Mi ha detto che è americano
2. It's better that I go home. E' meglio che io vada a casa.
E' meglio che vado a casa.
3. He is so tired that he cannot stand up. E' così stanco che non ce la fa a stare in piedi
4. It is easier to speak than to write. E' più facile parlare che scrivere.
5. As far as I know he is in Europe. Che io sappia, lui è in Europa.
6. Do you remember when we met? Ricordi il giorno che ci siamo incontrati.
7. I want you to go home. Voglio che tu vada a casa.
8. Wheter you do it or not, I don't care. Che tu lo faccia o no, non m'importa.
9. He did nothing but crying. Non fece altro che piangere.
10. There, the cake is coming. Ecco che arriva la torta.
  1. Nella prima frase that è una congiunzione e introduce l'oggetto della prima parte frase "He told me".

  2. Nella seconda frase that introduce il soggetto della frase. L'uso dell'indicativo o del congiuntivo dipende dalla certezza che vogliamo dare alla nostra affermazione.

  3. Nella terza frase that è una congiunzione consecutiva e corrisponde a "so much that".

  4. Nella quarta frase than introduce il secondo termine di paragone.

  5. Nella quinta frase As far as indica una limitazione e in italiano si usa che più il congiuntivo.

  6. Nella sesta frase when vuol dire the day when e in italiano può essere tradotto con "che", inteso come quando, o con l'espressione relativa "in cui".

  7. Nella settima frase che segue un comando o una espressione di volontà.

  8. Nell'ottava frase che ha una connotazione disgiuntiva (o...o).

  9. Nella nona frase che ha una connotazione di eccezione (with the exception of crying...)


Congiunzione causale

Presentiamo "ché" separato dalla congiunzione precedente perché quando ha una connotazione causale o finale prende l'accento.

I am not talking to him because I can't stand his attitude. Non gli parlo, ché non sopporto il suo atteggiamento.
Give him a ride so he wont be late. Accompagnalo ché non faccia tardi

Nella prima frase ché sta per perché, o dato che, poiché, in quanto che, per il fatto che. Nella seconda frase per affinché, in modo ché.


Avverbio

What a beautiful day! Che bella giornata!
What a great adventure! Che avventura!
What patience! Che pazienza!
How lovely! Che bello!

In queste frasi che significa "quanto grande"  "how big", "how great" "quanto bello"  "how beautiful" tutte espressioni avverbiali.


Frasi comuni per esercitarsi nella pronuncia.

Che giorno è?
Che ore sono?
Che ora è?
Che ne pensi?
Che ne pensa?
Che prendi?
Che prende?
Che vuoi?
Che vuole?
Che fai?
Che fa?
Che hai detto?
Che ha detto?
Che succede?
Che desidera?
Che noia!
Che bello!
Che significa?
Che vuol dire?
Che pazienza!
Che peccato!
Che ne dici?
Che è?
Che hai?


Flash cards

Quiz 1